Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitÓ alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Ethicom

Progetto APMS

A oggi, la legge 68/99 che disciplina il diritto al lavoro per le persone con disabilità si rivolge alle persone in età lavorativa con disabilità fisiche, psichiche, sensoriali, intellettive o relazionali. Purché abbiano un'invalidità civile superiore al 45% o un'invalidità al lavoro superiore al 33%.
In questo contesto, le persone particolarmente svantaggiate (con gravi disabilità, disabilità multiple,...) hanno maggiori difficoltà a trovare un lavoro. Sono i cosiddetti “disabili deboli” che difficilmente trovano spazio all'interno delle aziende.

L'esperienza di ANMIL, maturata attraverso l'Agenzia per il Lavoro, dimostra invece che anche i “disabili deboli” possono trovare un proprio spazio all'interno del mondo del lavoro. A patto che ci sia un'adeguata formazione  professionalizzante, un orientamento attento e un accompagnamento durante le fasi di avvio dell'attività lavorativa. Per questo motivo ANMIL ha deciso di compiere un ulteriore passo in avanti, investendo ulteriormente sulla formazione professionalizzante delle persone con disabilità. Un percorso che si è concretizzato 2016 con la costituzione dell'Agenzia Pilota di Mediazione Sociale (APMS).
 
Punto di forza dell'APMS sono le innovative modalità di formazione professionalizzante, che si svolgeranno all'interno di locali appositamente attrezzati presso la sede di ANMIL Onlus Milano in via Bressan 21. Ma non saranno i “classici” corsi per formare addetti alla reception, barman o cuochi. All'interno di questi spazi sono stati attrezzati dei laboratori che replicano alla perfezione spazi di lavoro reali (la cucina di un ristorante, un bar, una reception,...) dove i corsisti hanno la possiblità di sperimentarsi. Inoltre, agli allievi verrà offerta la possibilità di simulare situazioni lavorative reali grazie a un sofistiato sistema di riproduzione virtuale per agevolare ulteriormente la possibilità di “imparare facendo”.

Il progetto si articola in tre azioni:

1.    Creazione di un Tavolo di Governance Territoriale (TGT) che rivoluzioni la gestione delle risorse e dia voce a tutti gli attori operanti sul territorio;

2.    Servizi per le Persone, interventi costitutivi di una presa in carico che miri ad accompagnare l’utente disabile fino all’inclusione lavorativa in azienda: orientamento, formazione, inserimento lavorativo, sostegno al lavoro, passaggio dal non profit al profit;

3.    Servizi per le Aziende, consulenza amministrativa per la gestione degli obblighi sanciti dalla Legge 68/99 e supporto all’integrazione socio-lavorativa per facilitare i processi di inclusione dei disabili in azienda. 

L'Agenzia Pilota di Mediazione Sociale vuole diventare strumento attivo di matching tra la domanda dei lavoratori (formati e consapevoli delle proprie capacità, affidabili e competenti) e un'offerta sempre più qualificata e mirata. Che permetta di avere le giuste coordinate su cui progettare l'inserimento, in grado di facilitare il percorso di inserimento del soggetto debole all'interno dell'azienda.  

 

 

Regione Lombardia CittÓ metropolitana Fondazione Cariplo Formatemp Inail

ANMIL onlus Via F.lli Bressan, 21 20126 Milano - adlmilano@anmil.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands